Azione Cattolica Piemonte e Valle d'Aosta


http://www.acpiemonte-aosta.it

https://www.facebook.com/azionecattolicapiemonte



piemonteLa delegazione regionale di AC è un organismo di collegamento tra le associazioni diocesane della stessa regione conciliare (per questo Piemonte e Valle d’Aosta sono considerate insieme). Ha il compito di coordinare attività comuni di formazione e di apostolato tra le associazioni diocesane, di favorire il collegamento tra il centro nazionale ACI e le realtà diocesane, di avviare collegamenti con altri organismi ecclesiali (e non) presenti sul territorio. Partecipa alla Consulta regionale delle associazioni e movimenti laicali. I suoi compiti sono definiti dallo statuto dell’ACI.

La delegazione regionale è composta da responsabili eletti nell’assemblea regionale (che si svolge ogni tre anni, l’ultima nel 1998) costituita dai rappresentanti di tutte le AC diocesane della regione.
Nel nostro caso si tratta di 15 associazioni diocesane: Acqui, Alba, Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Casale, Cuneo, Fossano, Mondovì, Novara, Saluzzo, Susa, Torino, Vercelli. Insieme raccolgono nel 2001 quasi 16.000 aderenti, di cui circa 10.000 adulti, oltre 3.000 giovani ed altrettanti ragazzi.
Accanto alle figure unitarie (delegato, assistente, segretario, amministratore), la nostra delegazione è formata da 2 incaricati ed un assistente per ciascuna delle articolazioni dell'AC: settore adulti, settore giovani, ACRagazzi; ad essi si affiancano alcuni responsabili di specifici ambiti: terza età, famiglia, movimento lavoratori, movimento studenti, mov. di impegno educativo, rappresentante presso la Consulta regionale dei laici. All’AC fanno inoltre riferimento, in piena autonomia, la FUCI e il MEIC.

Per l’impostazione e la verifica del lavoro regionale unitario opera il “Comitato regionale dei presidenti diocesani”.
Il delegato regionale rappresenta le AC della regione nel Consiglio Nazionale dell’ACI (che è un po’ il ‘parlamento’ dell’associazione).